16 marzo 2015

Crispelle di Riso di San Giuseppe: Festa del Papà



Le crispelle di riso sono delle frittelle di riso aromatizzate con scorza d'arancia, miele e cannella tipiche della festa del papà o San Giuseppe (19 marzo). Queste frittelle, chiamate sia crespelle che crispelle per la loro superficie "crespa", ruvida, possono essere mangiate in tutte le friggitorie, non soltanto in occasione di questa festività, ma praticamente tutto l'anno. L'usanza di preparare le crespelle di riso per la festa del papà è diffusa per lo più nella Sicilia Orientale mentre, nella Sicilia Occidentale imperversa l'usanza delle sfince di San Giuseppe.
Si possono servire per antipasto o come spezza fame, o per un buffet accompagnate con degli affettati, ma sono ottime anche mangiate da sole.
È usanza preparare le crispelle durante le feste di paese, in quelle occasioni è molto divertente vedere i crispellai all’opera che preparano le crispelle con grande abilità e velocità.
Ingredienti: 6-8 persone

1 lt latte

300 g Riso
1 cucchiaio raso sale
60 g zucchero
150 g farina00
20 g lievito di birra
2 arance
cannella
miele
zucchero a velo


Preparazione:
In una pentola mettete il latte, il riso ed il sale. Non appena il latte comincia a sobbollire abbassate la fiamma e lasciate cucinare a fuoco lento fin quando il riso non avrà assorbito tutto il latte.

Il riso deve risultare ben cotto, quasi scotto.
Mettete il riso in una ciotola ed aggiungete la scorza d'arancia grattugiata, una spolverata di cannella e lozucchero.
Non appena il riso raffredda un pochino aggiungete la farina setacciata ed il lievito di birra sciolto in un pochino d'acqua o di latte tiepido. Mescolate il tutto e mettete a riposare per 2 ora circa.

Trascorso questo tempo versate il riso su un ripiano (io l'ho rivestito con della carta forno) e livellatelo con un cucchiaio bagnato con dell'acqua. In un tegame o friggitrice versate dell'olio d'arachidi e fatelo scaldare.Non appena l'olio sarà caldo prendete un grosso coltello, bagnate la lama con l'acqua e tagliate delle striscioline sottili di riso. Lasciatele cadere nell'olio caldo. Non appena saranno ben dorate, scolatele su della carta assorbente.
Quando le crespelle saranno tutte pronte preparate lo sciroppo:
Spremete un'arancia, scaldatene il succo e scioglietevi dentro qualche cucchiaio di miele.
Mettete le crespelle di riso in un vassoio ed irroratele con lo sciroppo al miele.

Rigoni di Asiago da 90 anni significa MIELE biologico italiano di qualità.
Mielbio è il miele biologico ITALIANO selezionato da Rigoni di Asiago, nelle varietà migliori e nei sapori più diversi.
Mielbio può essere “monoflora” o “millefiori”.

 Le varietà di Mielbio sono ben 12, dalla classica Acacia al Tiglio, dall’Arancio al Limone, dal Timo al Castagno, all’Abete, al Bosco…, provenienti dalle migliori aree di raccolta di diverse regioni italiane.
                                              Mielbio Limone Rigoni di Asiago

Si presentano liquidi oppure CREMOSI, una nuova consistenza più spalmabile e dal sapore ancora più intenso.
Con questo procedimento, viene mantenuto tutto il sapore del miele appena raccolto e vengono preservate al meglio le caratteristiche tipiche del miele in natura.
Mielbio cremoso è stato “creato” dai F.lli Rigoni per farvi scoprire un nuovo sapore ricco e vellutato, che si scioglie in bocca e sprigiona aromi inaspettati.
E’ frutto di un processo di lavorazione naturale, che dura oltre una settimana e riduce i cristalli di miele a dimensioni piccolissime, consentendovi di gustare tutti i suoi segreti sapori.
Il miele che ho utilizzato nello sciroppo delle crespelle di San Giuseppe è il Mielbio al Limone dell'Azienda Rigoni di Asiago.
Tradizionale miele siciliano ricco degli aromi dell’isola che ricorda il miele di Arancio, dal quale si differenzia per il colore leggermente più paglierino e per il sapore più armonico vi confermo che si sposa alla perfezione con la ricetta "CRESPELLE DI SAN GIUSEPPE" da me preparata.
Ha il profumo e il gusto tipico del fiore, è cremoso e vellutato.

Spolverate con un pochino di zucchero a velo e servite!
Alla prossima
MG

GG

Nessun commento:

Posta un commento